L’apocalisse di Lucrezio – Ivano Dionigi

"Lucrezio confessa la necessità di creare, durante le veglie notturne, verba nova, parole nuove, inaudite, rivoluzionarie, capaci di schiudere i nuovi cieli e le nuove terre, che gli consentano di diffondere le res novae , idee nuove, inaudite, rivoluzionarie." Tratto dal libro "L'apocalisse di Lucrezio" scritto da Ivano Dionigi.
Alberto Siracusano

Perché mentiamo – Alberto Siracusano

"L'argomento bugia è tanto intrigante quanto è complesso. Si tratta di un territorio pieno di insidie, dai confini imprecisati: è facile perdere l'orientamentoEntrare in questo territorio equivale a muoversi in una dimensione incerta del pensiero, disorientante, contraddittoria e piena di trappole.” Tratto dal libro "Perché mentiamo" scritto da Alberto Siracusano.

La tragedia del Vajont – Marco Armiero

"Una diga è acqua che diventa energia, capitali incarnati dentro il paesaggio, i fantasmi di chi è rimasto metaforicamente o materialmente sommerso, tecnologia e scienza a decidere la vita e la morte di migliaia di persone e di interi ecosistemi". Tratto dal libro "La tragedia del Vajont" scritto da Marco Armiero.

Tecnosofia – Maurizio Ferraris Guido Saracco

"Mai come nell'età dell'intelligenza artificiale si è compreso quanto l'intelligenza naturale sia imprescindibile per il conferimento di scopi e significati. E questo non perché l'intelligenza naturale possegga uno spirito che trascende il calcolo delle macchine, ma perché è dotata di un corpo, di un organismo con le sue urgenze e la sua mortalità". Tratto dal libro "Tecnosofia" scritto da Maurizio Ferraris e Guido Saracco.

L’architetto e l’oracolo – Gino Roncaglia

"In altri termini, GPT o ChatGPT non funzionano come delle enciclopedie o come dei sofisticati motori di ricerca ma come complessi oracoli probabilistici; proprio per questo, le loro 'allucinazioni' possono essere particolarmente insidiose". Tratto dal libro "L'architetto e l'oracolo" scritto da Gino Roncaglia.

I ministri tecnici non esistono – Enrico Giovannini

"Ascoltare, compiere scelte, costruire il consenso, far funzionare meglio l'amministrazione, disegnare il futuro: ogni ministro, anche uno cosiddetto "tecnico", è chiamato a fare questo... e molto altro ". Tratto dal libro "I ministri tecnici non esistono" scritto da Enrico Giovannini.

Parole che separano – Marilisa D’Amico

"La tenuta della democrazia costituzionale dipende e va misurata anche in base all'impegno individuale a un'etica di un linguaggio rispettoso. Un linguaggio che, come per tutti i principi contenuti nella nostra Costituzione, non può essere calato dall'alto, o imposto con la forza.” Tratto dal libro "Parole che separano" scritto da Marilisa D'Amico.

Allenare il pensiero pratico – Stefania Contesini

"Le nostre pratiche, quelle micro e quelle macro, devono dunque essere messe sotto la lente per esplorarle, comprenderle e capire che cosa mantenere e che cosa modificare, come riorientarle per meglio far fronte alle questioni urgenti che ci interpellano.” Tratto dal libro "Allenare il pensiero pratico" scritto da Stefania Contesini.

Senza intellettuali – Giorgio Caravale

"Mentre l'intellettuale tradizionale annaspa di fronte ai cambiamenti della contemporaneità, la categoria di intellettualità si va allargando e diversificando in forme sino a qualche tempo fa impensate.” Tratto dal libro "Senza intellettuali" scritto da Giorgio Caravale.

La modernità malintesa – Giuseppe Lupo

"A noi oggi tocca il ruolo di spettatori di un naufragio: quello della modernità, di ciò che un tempo era chiamato nuovo, e che ora potrebbe coincidere con la terra desolata di Eliot.” Tratto dal libro "La modernità malintesa" scritto da Giuseppe Lupo.

La scorciatoia – Nello Cristianini

"I ricercatori hanno creato agenti intelligenti in grado di apprendere una vasta gamma di compiti solo mediante sperimentazione e spesso raggiungendo livelli sovrumani di prestazioni. L'esempio di un agente che gioca ai videogiochi ci ricorda che queste macchine possono prendere scorciatoie impreviste, sfruttando proprietà dell'ambiente che potrebbero esserci ignote, e senza capire il significato più ampio delle proprie azioni. Come possiamo assicurarci che questo non avvenga con gli stessi agenti a cui abbiamo affidato aspetti delicati delle nostre vite?” Tratto dal libro "La scorciatoia" scritto da Nello Cristianini.

Come non insegnare la filosofia – Massimo Mugnai

"L'unica certezza che ho maturato col tempo è che il manuale di filosofia, l'insegnamento storico-diacronico della disciplina, così com'è concepito non abbia più senso (se mai lo ha avuto).” Tratto dal libro "Come non insegnare la filosofia" scritto da Massimo Mugnai.